Eta Beta

Cooperativa sociale

ETA BETA intende proporre una vision unica e innovativa nel mondo dell’imprenditoria, coniugare innovazione e creazione di nuove opportunità per tutti.

Una cultura dell’inclusione a partire dal carcere, da intendersi non più come luogo estraneo alla società, ma vissuto da persone e non da reati. Tutti i progetti avviati all’interno del carcere hanno infatti rappresentato un ponte verso l’esterno per le persone coinvolte che, anche grazie al lavoro, sono potute tornare in  libertà tramite l’accesso alle misure alternative. Lavoro, formazione, orientamento, acquisizione di competenze tecnologiche diventano strumento di reinserimento e supporto alla progettualità personale.

Tra i principali progetti promossi da Eta Beta Scs, sia all’interno che all’esterno del carcere: Zeromandate, Redattori in libertà, Letter@21 e Vallette al Centro. In partenariato con altre realtà: Uscita Si-Cura, Filo di continuità, Cantieri di lavoro detenuti della città di Torino, LiberAzioni, Margini di Coesione, progetto Logos.

I progetti e i servizi attualmente attivi sono:

Sportello Lavoro Carcere. Promosso dalla Regione Piemonte, rappresenta un buono servizio al lavoro per persone detenute. Le segnalazioni provengono dagli educatori della Casa Circondariale di Torino e di Ivrea: i percorsi per i singoli vengono personalizzati e sono volti a supportare nella conoscenza del mondo del lavoro, delle proprie competenze e a favorire l’occupabilità. A causa dell’emergenza dovuta al Covid-19 l’operatività ha subito prima uno stop e poi la ricerca di una prosecuzione in modalità alternative.

ComuniCare. Promosso da UIEPE all’interno di un ampio raggruppamento del privato sociale vengono promosse molteplici azioni a favore di persone che hanno o hanno avuto problemi di giustizia.
Le segnalazioni vengono fatte dagli assistenti sociali di Uiepe, a seguito dell’emergenza Covid19 si sta riprogettando il servizio in modo da renderlo più vicino alle attuali necessità.

Letter@21. Rivista dal e del carcere di Torino realizzata da una redazione mista composta da persone ristrette e redattori della cooperativa.

Vallette al centro. Tra le azioni del progetto, oltre a quella occupazionale, c’è anche quella informativa nei confronti dei detenuti, dei loro familiari e degli abitanti della Circoscrizione.

Filo di continuità reload. Prevede azioni a favore delle persone private della libertà o in pena alternativa e i loro familiari.

Sportello informativo. A seguito delle richieste inviate a Letter@21 o arrivate direttamente alla Cooperativa, le risposte vengono fornite via email o telefonicamente.

Servizio di Politiche attive del lavoro. Eta Beta aderisce al Consorzio Sinapsi e attraverso questo eroga tutte le azioni per la ricerca attiva del lavoro o di erogazione dei Buoni Servizio al lavoro, secondo le linee guida previste dalla Regione Piemonte.

MAPPA

ALTRI CONTENUTI